Abbiamo fatto uno sbaglio…

Molto recentemente LAB Informer ha riaperto dopo un lungo periodo di stasi, questa riapertura è stata resa possibile da Stefano D’avello, il nuovo amministratore che fin da subito si è dimostrato un grande leader e un grande stratega. Nonostante ciò il Team degli Autori e degli Editori non riusciva a tenere il passo, date le comprensibili riserve che molti membri nutrivano riguardo al fatto di “non guadagnare niente”.

Francamente non sono d’accordo con chi dei vari membri ha pensato di “fare poco” perché tanto “non guadagno niente”. Non sono d’accordo per il semplice motivo che lavorare in modo amatoriale ad un progetto più grande di quanto ognuno di noi non sia singolarmente non è mai un “non guadagno”. Stringere amicizie con altre persone, non è un “non guadagno”. Persone che sono sparse per tutta l’Italia. Persone che sono state contente di collaborare insieme per il raggiungimento di un obbiettivo. Obbiettivo che evidentemente sembrava troppo lontano da raggiungere vista l’enorme concorrenza che si sta formando negli ultimi tempi ma che del resto è sempre esistita.

Ora ti starai chiedendo, caro lettore, quale sia stato il nostro sbaglio.

È molto semplice, abbiamo pensato che puntare in alto avrebbe aiutato a non soffermarci sui piccoli traguardi raggiunti, ma ci sbagliavamo, abbiamo fatto il passo più lungo della gamba. Troppe categorie e pochi Autori per seguirle tutte con i ritmi che ci eravamo comunemente preposti. Impossibile sostenere un progetto simile senza una base adeguata e senza un Team Editori esperto nel riconoscimento di un articolo buono e di uno cattivo.

D’ora in poi solo più la qualità

Questo recita l’immagine di apertura e questo faremo, niente più articoli scritti velocemente soltanto per scrivere, noi siamo La rete della Conoscenza non la Rete delle news, le news fanno odiens, continueremo a trattarle ma in modo diverso. Se una notizia è ritenuta dall’autore una pura e semplice notizia che è giusto condividere fisseremo un massimo di caratteri. Se invece è ritenuta uno spunto e un’occasione per sollevare opinioni, dubbi e scambio culturale allora dovrà rispettare le regole sulla qualità.

Abbiamo fatto uno sbaglio… Tenteremo di correggerlo… D’ora in poi solo più la qualità

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.