Apple Pay, la rivoluzione Americana [Aggiornato con video]

Apple Event 9 Settembre 2014, l’evento che segna la fine delle speculazioni e delle indiscrezioni sul sistema di pagamenti Apple. Infatti sta sera la nostra amata società per azioni AAPL ha presentato questo famigerato “sistema di pagamenti” chiamato Apple Pay. Vediamo nel dettaglio con questo articolo.

Apple ci mostra un favoloso video, come solo lei sa fare, riguardo alla lentezza che si ha utilizzando una carta di credito e ci mostra anche un portafoglio pieno di plastica con ben 15 badge elettronici. Pazzesco non trovate? Dieci anni fa Apple avrebbe mostrato la lentezza dei pagamenti con la moneta e la carta moneta per presentare le Carte di Credito, invece oggi in America si lamentano anche per le carte di credito, invece qui da noi, in Italia, non sarebbe male abbandonare tutto quel metallo e quella carta che ci portiamo dietro nel portafogli a favore di una Carta di credito che li sostituisca.

Tuttavia il punto di vista di Apple è più che comprensibile, il progresso, è progresso, non ci si può fermare davanti ad un portafoglio pieno di plastica ma bisogna cerca di ridurre il numero di oggi da portarsi in giro, così nasce Apple Pay.

Ma Apple Pay è una di quelle cose che è tanto bella sulla carta quanto realizzabile solamente in pochi paesi prescelti. Come da titolo Apple Pay sarà disponibile solamente negli USA. Perché qui in Italia, nonostante gli sforzi di Apple, per esportare il servizio all’estero, non arriverà mai o se arriverà sarà all’epoca di iPhone 7S (previsione personale).

Cos’è Apple Pay?

Apple Pay è la naturale evoluzione di PayPal, ovvero un gestore di carte di credito che possiamo usare per pagare nei nostri negozi preferiti, anche online, solamente sporgendo il nostro iPhone 6 verso il ricevitore NFC poggiando il dito su Touch ID per confermare il pagamento.

La caratteristica di punta è la presenza di una verifica in due passaggi, oltre a chiedere, ovviamente, l’inserimento del codice di sicurezza della carta di credito, il tutto deve eseguirsi tramite la fotografia della carta di credito stessa. In questo modo si scongiurano diverse possibilità di truffa, tuttavia non è una verifica particolarmente soddisfacente. E qui entra in gioco la chicca di Apple Pay.

Se perdiamo il nostro iPhone e segnaliamo in tempi decenti la scomparsa tramite Find My iPhone tutti i pagamenti con Passbook verranno automaticamente annullati. E speriamo che questa protezione non sia facilmente violabile come lo sono state quelle di iCloud (ndr.).

Quando?

Anche qui Apple non stupisce, ma come sempre abbiamo qualcosa di ridire al riguardo. La data di uscita di Apple Pay è fissata per il periodo di Ottobre.

Cosa abbiamo da ridire? Semplicemente due cose: Perché Apple quest’anno fissa date così vaghe? e perché Apple Pay non sarà disponibile in concomitanza con l’uscita degli iPhone 6? Domande a cui non c’è risposta.

[AGGIORNAMENTO]

Di seguito vi mostriamo un video di come avviene un pagamento via NFC su iPhone 6

[hr]

Tutto sull’Apple Event del 9 Settembre
[hr]

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.