Sony Xperia E1: la nostra video-recensione

Sony Xperia E1 è basato sul processore Snapdragon 200. Rispetto allo Snapdragon 400 le prestazioni sono molto inferiori e usare device con questa soluzione sembra essere uno sfortunato passo indietro di anni, con lag e attese che nel 2014 non dovrebbero esserci neanche in prodotti di fascia bassa. Un peccato visto che Sony ha curato bene l’estetica, le dimensioni, i materiali e l’ergonomia.
Xperia E1 è infatti compatto, ben costruito, si tiene bene in mano e risulta tascabile con uno schermo da 4 pollici. La scarsa ram (512MB) non aiuta a rendere fluido il telefono.

Display:

Display  da 4 pollici con risoluzione 480 x 800 pixel che permette di arrivare a 233ppi. 

Peccato che gli angoli di visuale siano veramente scarsi e tra i peggiori visti. A questo si unisce una gamma cromatica non eccezionale e una profondità dei colori scarsa. Fortunatamente il touch è discreto sebbene certe volte si incontrano spesso lag dovute alla potenza troppo bassa.

Batteria e audio:

Xperia E1 è dotato di una batteria da 1750 mAh . Lo Snapdragon 200 consuma molto poco, il display non è grande sebbene la risoluzione sia buona. Quindi riusciamo ad arrivare a fine giornata. L’audio in chiamata si difende bene tramite capsula auricolare mentre il vivavoce è abbastanza gracchiante.

Software:

Xperia E1 si basa su Android 4.3 e non sull’ultima distribuzione KitKat che forse potrebbe migliorare le prestazioni generali. Il software è molto simile a quallo della gamma Z per interfaccia e gestione, anche se ovviamente mancano tantissime funzionalità. 

Le applicazioni Sony comunque sono presenti tutte, almeno le principali, compresi i programmi di gestione multimediale tra i migliori nel panorama Android.

Fotocamera:

3 megapixel a fuoco fisso, senza flash e senza fotocamera anteriore. I risultati sono ovviamente mediocri e anche la registrazione dei video non convince.

Conclusioni:

Carino esteticamente.

Delude non tanto sul lato software ( visto che la personalizzazione Sony è gradevole) quanto piuttosto dal lato prestazionale.

Di seguito vi lasciamo l’unboxing e una VIDEO-recensione più dettagliata

( VIDEO realizzato dal nostro editore : Valerio Russo Makevu )  :

link al canale MAKEVU

Articolo scritto per conto di Valerio Russo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.