Square, ci risiamo!

Square-Enix ha annunciato, al Playstation Experience, evento organizzato per festeggiare i vent’anni di Playstation, Final Fantasy VII per Playstation 4! Calmate gli spiriti, visto che probabilmente già state saltando per tutta casa e urlando come pazzi, il gioco sarà la gloriosa versione Steam del celebre gioco. Non ci saranno miglioramenti grafici, ma in compenso saranno implementati i trofei ed una risoluzione nativa in HD. I fans, al Playstation Experience, sono rimasti profondamente delusi; avevano creduto in lungo e in largo in un remake del miglior capitolo della saga.

Invece niente, ci ritroviamo per l’ennesima volta una mossa commerciale da parte di Square, che quasi, prende in giro i suoi fans. Ma questa qui non è stata l’unica mossa azzardata da parte del colosso Giapponese, analizziamone alcune:

– Final Fantasy Type-0 HD: Annunciato col nome di Final Fantasy Agito XIII, e poi uscito in Giappone sulla cara e amata PSP con il nome di Type-0. Da noi il gioco non è mai arrivato, finché all‘E3 dello scorso Gennaio, non è stata annunciata una remaster del gioco in uscita su Xbox One e PS4 per l’Occidente. “Bel colpo!” penserete, il problema si porge quando Square decide di far uscire a prezzo pieno cioè a 69,90$ una remaster di un gioco uscito su PSP!

Fosse un Remake, avremmo capito tutti il prezzo, ma questo qui non è altro che lo stesso gioco apparso su PSP con qualche miglioria grafica e con una risoluzione in HD. Fa sorridere il fatto che il gioco manco nella sua versione originale costava così tanto.

Final Fantasy Type-0 sarà di certo un gran gioco, ma secondo voi è giusto vendere a prezzo pieno un porting di un gioco PSP?
Final Fantasy Type-0 sarà di certo un gran gioco, ma secondo voi è giusto vendere a prezzo pieno un porting di un gioco PSP?

Fra non molto, troveremo quasi tutti i Dragon Quest su App Store e Play Store e inoltre alcuni di essi sono già disponibili sui rispettivi store. Nulla di male, ma perché non concentrarsi su nuovi titoli? Tra l’altro, voglio farvi notare, che i giochi Square-Enix sono quelli più costosi sugli Store Mobile, con un media di 14,99$ per titolo, mica poco…! Infatti basti pensare che su App Store i migliori giochi non superano i 3,50$. Inoltre fa arrabbiare il che alcuni giochi, come Dragon Quest VIII, venduto addirittura a 19,90$, non vengono tradotti in Italiano. Il discorso si amplifica se pensiamo che tutti i Final Fantasy hanno avuto almeno due-tre porting/remaster su altre console/cellulari in seguito alla loro uscita originaria.

Alcune immagini di Dragon Quest VIII: iOS edition, un gioco tanto amato su PS2 quanto criticato e snaturilizzato su Smartphone
Alcune immagini di Dragon Quest VIII: iOS edition, un gioco tanto amato su PS2 quanto criticato e snaturilizzato su Smartphone


– Poca chiarezza nei loro progetti e scarsa qualità dei loro titoli: 
Non è un mistero, i titoli Square-Enix, almeno in campo JRPG, hanno avuto un netto taglio in termini di qualità. Basti pensare alla  saga di Final Fantasy XIII, criticata dalla maggior parte dei fans, che ha snaturilizzato e segnato il declino di una grande saga. Gli unici giochi di successo com Bravely Default, Tomb Raider, Deus Ex etc. del colosso Giapponese, appartengono ad altri studi e vengono pubblicati solo da Square. Quella SH che una volta era sinonimo di “Gioco di qualità”, ora sta perdendo colpi e si vede sorpassare da piccole SH che sfornano tanti e piccoli capolavori con molto meno budget (mi vengono in mente Atlus e Monolith).

Final Fantasy XIII, il titolo più criticato dell'intera saga, e, per molti, il peggiore
Final Fantasy XIII, il titolo più criticato dell’intera saga, e, per molti, il peggiore

Inoltre Square-Enix è poco chiara con i suoi fans e sui suoi progetti. Basti pensare a Final Fantasy XV, un gioco annunciato nel lontano 2006 col nome di Final Fantasy XIII Versus, per poi (ri)essere annunciato quasi 10 anni dopo come Final Fantasy XV.

Final Fantasy XV, un gioco con una storia travagliata già prima di uscire, ma comunque aspettato con ansia dai fans. La stessa Square dichiara il futuro di Final Fantasy dipendente dalla buona riuscita di questo gioco. Speriamo bene!
Final Fantasy XV, un gioco con una storia travagliata già prima di uscire, ma comunque aspettato con ansia dai fans. La stessa Square dichiara il futuro di Final Fantasy dipendente dalla buona riuscita di questo gioco. Speriamo bene!

Se posso dire il mio parere, io amo i JRPG e ci gioco da quando avevo circa 4 anni, infatti ricordo ancora quando mi facevo leggere i dialoghi di FFVII da mamma perché non ci capivo niente. Ovviamente amavo questa software house e molti miei ricordi d’infanzia sono legati a Final Fantasy. Tuttavia è la software house, insieme ad Ubisoft, che più mi fa arrabbiare facendomi spostare il mio interesse verso altri lidi tipo Xenoblade. Ho cercato di esprimere a mio giudizio cosa Square-Enix stia sbagliando negli ultimi periodi. Voi cosa ne pensate? Siete ancora “fedelissimi” a questa SH? E se no, come pensate potrebbero migliorare la loro situazione?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.